Traduci in:

mercoledì 24 agosto 2011

IVA, una proposta di incremento

Nell'ambito della manovra anti-crisi Agorapolitica propone misure di revisione dell'IVA. Eccola:

Sui generi alimentari l'IVA rimane invariata.
Sugli altri generi di consumo l'IVA dovrà aumentare dell'1%.
Sui generi di lusso, tanto per intenderci gioielli, auto con cilindrate superiori ai 1800, case di prestigio, natanti e barche varie, l'IVA dovrà essere portata subito al 25%.
Sempre su questi generi di lusso l'IVA aumenterà annualmente di un punto perrcentuale fino ad arrivare al 30% dove si fermerà. Quindi gli aumenti annuali saranno quelli del seguente specchietto:
Anno 2012 - IVA 25%
Anno 2013 - IVA 26%
Anno 2014 - IVA 27%
Anno 2015 - IVA 28%
Anno 2016 - IVA 29%
Anno 2017 - IVA 30%

Questa ci sembra una seria misura che può permettere allo Stato di trarre a sé risorse da coloro che evadono di più le tasse e che comunque continuano a consumare perché in definitiva "se lo possono permettere" essendo poco toccati dalla crisi economico finanziaria di questo decennio.
E spalma, aumentandola dell'1%, la tassazione un pò su tutti, perché tutti devono farsi carico della crisi.
E lascia inalterata l'IVA sui generi alimentari, assolutamente fondamentali per la vita di noi tutti.

Nessun commento:

Posta un commento